Programma della visita a Cremona del 24 maggio

Gita a Cremona per la visita della città e del Museo del Violino

Appuntamento in Stazione Centrale, Gate centrale, alle h.7.50. Partenza alle 8.20.

La visita inizia nella suggestiva piazza del Comune, con i più importanti monumenti cittadini, la Loggia dei Militi del 1292, il Duomo con il Torrazzo, il Battistero. Dopo qualche minuto per la colazione, si visitano la Cattedrale, del XII secolo, con transetto del XIII-XIV secolo e facciata del XV.

  • Il Battistero, edificio romanico a pianta ottagonale La sua edificazione inizia nel 1167
  • Il Torrazzo: secondo campanile più alto d’Italia, di 112 metri, del XIII secolo, con il suo grande orologio astronomico del XVI secolo

Alle 11.00 circa si raggiunge il Museo del Violino in piazza Marconi. Dopo aver assistito ad un concerto con uno dei violini storici del Museo nel modernissimo Auditorium Giovanni Arvedi, si visiterà il Museo, ammirando i violini degli Amati (XVI-XVII seccolo), di Antonio Stradivari (1644-1740), di Giuseppe Guarneri “del Gesù”, ecc. tutti perfettamente conservati ed utilizzati regolarmente nei concerti.

Pranzo all’Osteria del Melograno, in via Beltrami 5, con cucina tipica cremonese  (Menù e costi in segreteria).

Il pomeriggio sarà dedicato ai Musei.

  • Museo Civico Ala Ponzone, in palazzo Affaitati, del XVI secolo, con dipinti del Caravaggio e dell’Arcimboldi, le stanze per la Musica, la sala del Platina, con il meraviglioso armadio intarsiato.

 

  • Nuovo Museo Archeologico a San Lorenzo, basilica del XII-XIII secolo, con la ricostruzione di una casa romana del II secolo. Nuovo allestimento dei Materiali un tempo al Museo Ala Ponzone e provenienti dai recenti scavi nella città

Rientro a Milano con il treno. Partenza alle h.19.30. Arrivo alla Centrale alle h.20.40Passante ferroviario (binario n.1 alla stazione ferroviaria)

 

Per i costi in corso di definizione e la prenotazione rivolgersi in segreteria.

N.B.: Si ricorda che le quote di partecipazione vanno versate all’atto dell’iscrizione, come conseguenza dell’obbligo di pagare in anticipo, al momento della prenotazione, ingressi, guide, ristoranti, mezzi di trasporto, ecc. Ogni attività fuori sede è riservata ai Soci in regola con il pagamento della quota dell’anno accademico in corso, per ragioni assicurative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *